Crea sito

LetteraTureStorie

di Giorgio Baruzzi

Le relazioni pericolose – Film

Le relazioni pericoloseStephen Frears: Le relazioni pericolose – film

Titolo originale: Dangerous Liaisons

Anno: 1988

Durata: 119 min

Regia Stephen Frears

Cast:

Glenn Close: Marchesa Isabelle de Merteuil

John Malkovich: Visconte Sébastien di Valmont

Michelle Pfeiffer: Madame Marie de Tourvel

Uma Thurman: Cécile de Volanges

Keanu Reeves: Raphael Danceny

Swoosie Kurtz: Madame de Volanges

Tratta dal romanzo omonimo di Choderlos de Laclos, la vicenda si svolge in Francia nel XVIII secolo, prima della Rivoluzione. Protagonisti della storia, come nel romanzo, sono due nobili libertini, il visconte di Valmont, seduttore impenitente, e la marchesa de Merteuil, sua ex amante, che non gli è da meno.

La Marchesa, ricca vedova e cinica conoscitrice dell’animo umano, per vendicarsi di un suo ex amante, chiede a Valmont di sedurre la giovane che si accinge a sposare, Cécile de Volanges. Ma Valmont cerca piuttosto una preda degna della sua fama, come la bella e casta Madame de Tourvel, che con il suo candore lo colpisce.

Dopo aver scoperto che la madre di Cécile ha messo in guardia, con una lettera, Madame de Tourvel, esortandola a guardarsi da lui, Valmont accetta la richiesta della Marchesa di sedurre la fanciulla. Così, l’azione del seduttore procede su due fronti, non avendo il visconte rinunciato a conquistare Madame de Tourvel.

Valmont vince senza troppe difficoltà le resistenze della ragazzina, ma l’altra sfida si rivela molto più impegnativa. Finalmente, dopo lungo e difficile corteggiamento, Valmont riesce nell’impresa di conquistare anche Madame de Tourvel, scrivendole lettere appassionate e devote, una delle quali scritta usando come scrittoio la schiena di una sua amante.

La scommessa, in precedenza fatta con la Marchesa, è vinta, ma lei decide di alzare la posta: gli chiede di abbandonare la donna. Solo a questa condizione potrà godere di una notte con lei. Valmont accetta e lascia Madame de Tourvel, che resta irrimediabilmente ferita. Ma la marchesa, che ha manovrato Valmont, non gusta la sua vittoria, perché capisce che lui è davvero innamorato. Così gli nega il “premio” pattuito.

Valmont pretende, con rabbia, la ricompensa e le chiede di pronunciare una sola parola, un o no, avvertendola che se sarà un no tra loro sarà guerra. La Marchesa gli risponde: “Guerra”.

La donna rivela al giovane Danceny, che a Cécile ha avuto una relazione con Valmont, così i due si scontrano in duello all’alba e Valmont, angosciato dalla consapevolezza di essere responsabile della vicina morte di madame de Tourvel, suo unico amore, si lascia trafiggere mortalmente. Prima di morire, raccomanda al ragazzo di guardarsi dalla Marchesa e dalle sue macchinazioni, di cui sono tutti vittime, fornendogli come prova le lettere della Marchesa. Danceny riferisce Madame de Tourvel le ultime parole d’amore pronunciate da Valmont per lei e poco tempo dopo muore di crepacuore. Venuta a conoscenza della morte di Valmont la Marchesa de Merteuil si dispera, perché lui è l’unico uomo che abbia amato.

Divenuti ormai di dominio pubblico i suoi intrighi, quando la Marchesa si presenta a uno spettacolo teatrale, viene fischiata dal pubblico ed è costretta ad andarsene.

Nella scena finale la Marchesa, davanti a uno specchio, si toglie il trucco e piange in silenzio.


eta-moderna

Età moderna

novecento

Novecento-nuovo millennio